"Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria.

Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele,

quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito...

perché la lettura è un’immortalità all’indietro."

                                                                                     Umberto Eco

Gaidano   Matta

E   D   I   Z   I   O  N   I

FRESCHI DI STAMPA

OLTRE I CANCELLI

La comunità ebraica e il ghetto di Chieri dal '400 al '900: storia, arte e protagonisti 

a cura di Corrado Terranova con Mariacristina Colli 

Introduzione di Dario Disegni e Alberto Cavallion

Contributi di Claudio Bertolotto, Giovanni Donato, Filippo Ghirardi, Marisa Gilardi, Simonetta Sabaino, Vincenzo Tedesco, Guido Vanetti 

 

Oltre i cancelli che chiudevano nel ‘700 i cortili del ghetto di Chieri, c’era una comunità operosa: banchieri, medici, stampatori di libri che tramandavano il patrimonio culturale e religioso dell’ebraismo, rabbini che ne custodivano l’osservanza; poi orefici,innovatori della tradizione tessile locale, avvocati e ufficiali dell’esercito. Scorrono in queste pagine i protagonisti di quella comunità, dal ‘400 al ‘900, dal ducato al regno dei Savoja, da Napoleone al Risorgimento, al Fascismo delle leggi razziali: i Segre e i Todros, i Nizza e i Lattes, i Pontremoli e i Foa, i Sacerdote e i Levi. Si intrecciano documenti d’archivio, memorie autobiografiche fonti giornalistiche. Chieri – scrive nella sua introduzione Alberto Cavaglion – è stata un “crocevia” dell’ebraismo piemontese e non solo: legami di lavoro, studio, affetti; progetti e sogni; passaggi e fughe. Oltre quei cancelli, per chi li guardava dai cortili e non dalla strada, c’era un’altra comunità, quella dei non ebrei, con cui i rapporti furono a volte difficili sia con le istituzioni politiche e religiose che tra vicini di casa, tra negozianti e clienti, creditori e debitori. Ma le testimonianze ci mostrano anche esempi di solidale convivenza, condivisione di interessi culturali, reciproco scambio di aiuti. C’era anche, oltre i cancelli, un altro patrimonio, di arte tardo medievale, barocca e neogotica, conservato negli edifici quattrocenteschi residenza delle famiglie Solaro e Villa: patrimonio ancora visibile a Chieri in via della Pace, grazie a recenti restauri, e in parte nel “Tempio piccolo” della Comunità ebraica di Torino, dove gli arredi della abbandonata sinagoga chierese, “autentici gioielli”, sono “rinati” in una “originale collocazione”, come ci ricorda Dario Disegni, Presidente della Comunità Ebraica torinese. Il libro testimonia dunque storia, cultura e vicende umane della comunità ebraica, “minoranza virtuosa” della comunità cittadina: è la nostra risposta all’appello di Aldo Levi, il suo ultimo rappresentante, per «salvare quello che è rimasto».

COPERTINA01.jpg

UN VIAGGIO DENTRO

Il carcere "Le Nuove" di Torino: luoghi e storie per non dimenticare 

Fotografie di Giovanni Varetto - Testi di Calogero Modica 

Introduzione di Marcello Maddalena

Premessa di Felice Tagliente 

 

Sapete cosa succede quando una Rolleiflex anni ‘60, qualche rullino di pellicola, una penna, dei fogli di carta di recupero e due vecchi amici si incontrano all’ex carcere “Le Nuove”. Inizia un “Viaggio dentro”, dentro lo spazio, il tempo, la propria coscienza di uomini liberi. Dentro i luoghi solo in apparenza vuoti e freddi. Sapendo ascoltare, si può sentire l’umanità di chi ha sacrificato se stesso per un grande sogno: un mondo libero. Immagini e parole invitano a riflettere, a cercare le origini della nostra società contemporanea con discrezione, sensibilità e rispetto degli eventi.

Dall'introduzione di Marcello Maddalena:

È davvero singolare e affascinante il “viaggio” in cui gli autori di questo libro, Giovanni Varetto e Calogero Modica, intendono accompagnare il lettore attraverso il Museo del Carcere “Le Nuove” di Torino. Perché è un accompagnamento fatto non tanto di illustrazioni e spiegazioni, a parole, di luoghi e di storie personali, ma di vedute (fotografiche) e di pensieri suscitati, come spiega Giovanni Varetto nell'illustrare “il progetto” del libro, da “sensazioni forti” provate visitando quei luoghi, quei muri, quelle torrette, quei camminamenti, quelle celle, quei cunicoli, in cui sono passate tante persone ma in cui in particolare sono stati ristretti, dall’8 settembre del 1943 fino alla liberazione, tanti uomini di diversa cultura, di diversa estrazione sociale, di diversa identità politica, di diversa fede religiosa, credenti e non credenti ma accomunati da una stessa ansia di libertà, da uno stesso amore per una vita degna di essere vissuta e da uno stesso rispetto per la dignità della persona umana. E che per questo hanno lottato e combattuto fino ad affrontare l’arresto, la condanna, la morte per fucilazione o impiccagione (11 impiccati, 271 fucilati in quel periodo)....Resta, al termine di un viaggio che suscita brividi di sgomento e commozione, l’insegnamento dei morti, che, come scriveva in un suo romanzo sulla resistenza Elio Vittorini, sono coloro da cui si può imparare. Che cosa? “Quello per cui sono morti, perché ognuno di noi fosse libero”.  

a cura di Luciano Genta  

Introduzione di Bruno Gambarotta

CARNE E BUOI DEI PAESI TUOI

Dalla stalla alla tavola

Le memorie di Luigi Benente 

Copertina_fronte monti.jpg

Valeria Martano

LA RAGAZZA DEL PROFESSORE Storia di Caterina Bauchiero, vedova di Augusto Monti.

Prefazioni di Gianni Oliva e Luciano Genta

Petunie_cop_fronte DEF_221019.jpg

Rita Clemente

PROFUMO DI PETUNIE

e altri racconti

Copertina_Pelosin_prima.jpg

Sante tarcisio Pelosin

UNA VITA FATTA DA ME

Dal Veneto di inizio '900 al Piemonte del 2000, da contadino povero a commerciante di successo.

a cura di Rosanna Perilongo

Copertina_Vanetti_fronte_.jpg

Guido Vanetti

I MESSAGGI DEL MONCALVO Come guardare, interpretare, capire l'arte di Guglielmo Caccia nel Chierese del '600

Gianfranco Gribaudo

DAL BORGH AL BIT

Tra torino e le Nazioni Unite, fatti e pensieri di un piemontese internazionale

a cura di Luciano Genta

Dario Rei

STRANIERI DI CASA

Persone e storie fra Torino e Monferrato

© 2017 by Gaidano&Matta snc
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now